Posts Tagged Marco Di Maio

ANSO al Festival del Giornalismo

Anche ANSO sarà presente al Festival del Giornalismo che si sta svolgendo in questi giorni a aPerugia.
In particolare, il Presidente Marco Di Maio sarà fra i relatori per due eventi in programma:

  1. venerdì 23 aprile, alle ore 15 in Sala Lippi  “Economia, politica e cronaca. Il ruolo dell’informazione locale online” (http://www.ijf10.org/it/post/10407/)
  2. sabato 24 alle ore 11 e sempre in Sala Lippi per “L’informazione che ti gira intorno: il radioso domani dell’informazione locale e ultralocale” (http://www.ijf10.org/it/post/5887/)

Sarà un momento di confronto importante con altre realtà del settore dell’editoria e del giornalismo, nazionale e internazionale, e in egual misura sarà  importante la presenza di ANSO per rappresentare il mondo dell’editoria locale online.

, , ,

1 commento

Google Italia, la sentenza di Torino è una condanna verso tutti

Minaccia alla libertà di espressione online. Con la decisione di far cadere la responsabilità di un contenuto disponibile sulla rete su chi gestisce il server che lo ospita e non su chi lo ha prodotto.

«La sentenza emessa contro tre dirigenti di Google Italia dal Tribunale di Torino è un segnale che non si può accogliere che in modo negativo – dichiara Marco Di Maio, Presidente dell’Associazione Nazionale Stampa Online (ANSO) -, perché compie un salto di qualità (in difetto) assegnando, per la prima volta, una responsabilità diretta ai dirigenti della società a cui appartiene il server sul quale è ospitato un contenuto prodotto da un utente (UGC ). Questo significa aprire un fronte ‘caldo’ nel mondo della rete, perché equipara un sito alimentato da contenuti prodotti dagli utenti ad un qualsiasi altro media tradizionale (giornali cartacei e tv). Un dato che evidenzia una chiara sterzata in senso restrittivo nei confronti della Rete – prosegue Di Maio -, dove la partecipazione degli utenti è un punto di riferimento imprescindibile e dove il concetto di democrazia, pluralismo e libertà di informazione trova il suo più libero sfogo. La sentenza contro Google Italia è quindi un nuovo e pericoloso monito per la Rete e per chi vi opera: anche i quotidiani locali online lavorano oggi sempre più con e grazie al contributo degli utenti. Da qui la preoccupazione di ANSO, che coglie questa occasione per sottolineare ancora una volta l’esigenza di stabilire regole certe e chiare e di prendere in considerazione l’esigenza di riformare il sistema dell’editoria inserendo tra i media presi in considerazione anche i quotidiani online».
L’appello di ANSO ad amministratori e politici è quello di impegnarsi per cambiare lo stato delle cose a favore della libera espressione, basilare in ogni democrazia. Se la sentenza emessa pochi giorni fa dal giudice Oscar Magi in primo grado, fosse confermata nei gradi successivi, in Italia potrebbero essere messi a rischio quelle realtà che ospitano commenti e contenuti prodotti dagli utenti della Rete, proprio come i quotidiani locali online degli editori ANSO.

I fatti.
Nel 2006, alcuni studenti di una scuola di Torino hanno maltrattato un loro compagno di classe affetto da autismo e hanno ripreso la scena con un telefonino, caricando il video su GoogleVideo. L’associazione ViviDown ha sporto denunciato. Dopo poco il video è stato rimosso e, con la collaborazione di Google, la colpevole è stata identificata. Il Tribunale di Torino l’ha condannata, insieme ai suoi compagni di classe, a 10 mesi di lavoro al servizio della comunità.
Pochi giorni fa il giudice Oscar Magi ha condannato alcuni dirigenti di Google Italia per violazione della legge sulla privacy. Pena sospesa. Gli imputati sono stati assolti dall’accusa di diffamazione.

, , , , , , , , , , ,

Nessun commento

Informazione sul web. Da Orvieto la richiesta di ANSO: chiarezza sulle responsabilità

“Oggi l’informazione online deve essere primariamente riconosciuta e secondariamente inserita in un quadro normativo che non solo riformi il mondo dell’editoria ma che lo faccia tenendolo in pari considerazione rispetto agli altri media tradizionali. Altrimenti parlare di pluralismo dell’informazione nel nostro paese rischia di diventare un puro e semplice esercizio di stile”.

Lo dichiara Marco Di Maio, presidente di ANSO, a margine del convegno che lo ha visto protagonista ad Orvieto del convegno “L’informazione sul web. Quali regole per un nuovo luogo”. Assieme a Marco Di Maio sono intervenuti tra gli altri, nelle due sessioni mattutina e pomeridiana, Massimo Mantellini (Punto informatico, Nova24, Manteblog), il presidente del tribunale di Orvieto Edoardo Cofano, il procuratore della Repubblica Francesco Novarese, il professore Giuseppe Corasaniti, l’avvocato Guido Scorza.

“Lo ribadiremo finchè non sarà chiarita questa ambiguità: le testate giornalistiche online non possono essere equiparate, in ogni obbligo di legge, alle testate tradizionali; abbiamo una serie di peculiarità e caratteristiche che nessun altro media possiede. La possibilità per gli utenti di interagire con la redazione, di instaurare un confronto e un dialogo tra loro, di pubblicare contenuti propri, di utilizzare account di altri servizi (ad esempio Facebook) per commentare notizie: sono tutte opportunità che solo i quotidiani online offrono e sulle cui responsabilità va fatta chiarezza”.

ANSO presenta nuovamente le proprie richieste: “In primo luogo va definito lo status di quotidiano online, che deve essere riconosciuto e definito dal nostro ordinamento legislativo; in secondo luogo occorre definire la responsabilità effettiva dei direttori responsabili, che non possono rispondere dei contenuti prodotti da altri, né tanto meno di contenuti realizzati da altri servizi che vengono implementati da altre fonti (ad esempio bacheche di annunci). Questo per consentire di arrivare a modelli editoriali e di business che consentano ai giornali di continuare ad offrire un’informazione gratuita, libera da condizionamenti e sempre di qualità”.

, , , , , , , ,

2 commenti

L’informazione è sempre più “social”. Il flusso di informazione si nutre di relazioni taggate web 2.0

Marco Di Maio e Luca Conti

Si è svolto ieri a Jesi l’incontro pubblico con Luca Conti dal titolo “Giornali online e Social network”, inserito nel programma della VII Assemblea nazionale ANSO (Associazione Nazionale Stampa Online).
Noto blogger, esperto e consulente di social media, Luca Conti ha posto in evidenza come, sempre più, l’informazione è inserita nel flusso del social web. E i social network ricoprono un ruolo determinante come fonte primaria informativa, anche per gli addetti ai lavori. Per questo i soggetti coinvolti nella rete di relazioni diventerebbero elementi paritari in termini di offerta di informazioni, commenti, distribuzione e condivisione delle notizie. Editori, giornalisti, operatori della comunicazione e del marketing sul web sono legati ai lettori e alle community: condivisione, passaparola e network sono alla base dello scambio e della diffusione delle notizie.

Durante la serata Luca Conti, autore del libro “Fare business con Facebook” (Hoepli, 2009), ha proposto una panoramica delle piattaforme di networking più conosciute (Facebook, Twitter, Tumblr) ed esempi di utilizzo che ne hanno fatto alcune testate internazionali come il New York Times, USA Today, Newsweek, Al Jazeera e l’italianissimo Il Sole 24 ORE.
La presentazione è disponibile anche sul web.

«È essenziale innovare – afferma Marco Di Maio, Presidente ANSO – ed essere al passo con lo sviluppo del social web, specialmente per il mondo dell’editoria locale online, che trae linfa dal radicamento sul territorio e dall’interattività con i propri lettori. La nostra particolarità deve essere l’attenzione all’uso qualitativamente elevato di questi strumenti per proporre complessivamente un’informazione affidabile dove il lettore diviene parte attiva della notizia».
In questo senso, l’Associazione sta anche cercando di portare in primo piano la realtà dell’informazione locale nel panorama italiano, attraverso un lavoro intenso, per consolidarne la presenza e renderlo protagonista nella prossima auspicata riforma dell’editoria.

, , , , , , , , , ,

Nessun commento

Quotidiani online e social network. A Jesi un evento aperto al pubblico con Luca Conti

luca-conti

“Giornali online e Social network”, questo il titolo dell’incontro pubblico che si terrà venerdì 11 dicembre nella Sala Maggiore della Biblioteca Planettiana di piazza Colocci a Jesi, in provincia di Ancona (ore 21,30).
L’evento, organizzato dall’ANSO con il patrocinio dei Comuni di Jesi e Senigallia e che vede come sponsor iCittà , la business community dedicata ad aziende e utenti, rientra nell’ambito degli appuntamenti previsti per l’assemblea nazionale di ANSO, che si svolgerà a Senigallia dall’11 al 12 dicembre prossimi.

Relatore dell’incontro sarà Luca Conti, blogger, giornalista ed esperto di social network, collaboratore del Sole 24 Ore e consulente sull’uso dei social media per clienti come Rai, Mediaset, Dol e Liquida del gruppo Banzai. È autore del libro “Fare business con Facebook” (edito da Hoepli) e di un prossimo volume su Twitter, altro social network di grande utilizzo.

«Per l’ANSO e i suoi editori – afferma Marco Di Maio, presidente dell’Associazione – è fondamentale stare al passo con le continue innovazioni che riguardano il nostro settore. Il rapporto e l’interazione con gli utenti è la sfida con cui i piccoli editori associati ad ANSO intendono continuare a misurarsi. E questo per dare risposta alla grande esigenza che c’è nel tessuto sociale, specialmente in ambito locale, di esprimersi e commentare ciò che accade intorno a noi. La nostra associazione è una realtà che rappresenta un autentico baluardo di indipendenza, libertà e pluralità di informazione, con 3 milioni di lettori unici ogni mese».

Da qui, la volontà di ANSO di organizzare un evento ad hoc, rivolto non solo ai propri associati ma aperto al pubblico interessato, che potrà conoscere l’Associazione ma soprattutto ascoltare Luca Conti, uno dei massimi esperti del mondo dei social media e dell’informazione online.

incollaborazione

, , , , , ,

Nessun commento

ANSO all’Internet Governance Forum Italia

Il logo ufficiale dell'evento

Il logo ufficiale dell'evento

È iniziato il 5 ottobre a Pisa, presso l’Area della ricerca del CNR, la seconda edizione dell’IGF Italia, evento che riunisce tutti gli attori della Rete italiana. Nell’ultima giornata di incontri, a partire dalle ore 8.30, si svolgerà la tavola rotonda  che avrà come tema d’incontro “ Internet e nuove forme di impresa” e alla quale interverrà anche il Presidente di ANSO, Marco Di Maio.

Nell’intervento saranno evidenziate le esperienze dei giornali online ANSO, con particolare riferimento alle caratteristiche della produzione di contenuti a carattere locale e in molti casi multimediali.

Per ANSO, l’IGF Italia rappresenta l’occasione per manifestare, ancora una volta, le esigenze di regolamentazione di tutto il settore dell’editoria, tema rovente per cui l’Associazione Nazionale della Stampa Online si sta impegnando già da mesi.

Alla tavola rotonda interverranno anche importanti esponenti del mondo dell’impresa (tra cui Gartner e Ibm), docenti universitari, giornalisti e rappresentanti di associazioni di categoria.

L’evento IGF Italia è trasmesso in diretta video sul web.

, , , ,

Nessun commento

Libertà di stampa: riconoscere il ruolo dell’informazione online

piapopo

Anche l’ANSO, l’Associazione Nazionale della Stampa Online, aderisce alla manifestazione per la Libertà di stampa indetta per sabato prossimo 19 settembre. Lo fa perché rappresenta una parte del mondo editoriale, quello dell’informazione locale online, che oggi più che mai è divenuto un nuovo baluardo della libertà di informazione ed espressione, senza dubbio il più innovativo e partecipativo. Mediamente, le testate ANSO visualizzano 20 milioni di pagine mensili e informano oltre due milioni di cittadini.
Nel mese di luglio è stato raggiunto il record di accessi.

Continua a leggere »

, , , , , ,

3 commenti